Dimensioni testo

Racconti di immersione

Tiger shark dive‚ un'immersione con lo Squalo Tigre in Sudafrica

Immersione con lo squalo tigre in Sudafrica - foto Raffaella Schlaegel, Blue RushNe sento parlare da tempo, lo squalo tigre e' una delle specie piu' temute dall'uomo, dopo il Grande Squalo Bianco (Great White), ha una nomea di mangiatore di Uomini  ed e'  considerato lo spazzino dei mari.
Muso arrotondato, andatura lenta , colorazione striata, lo squalo tigre abita nei mari temperati e tropicali del mondo e predilige le acque basse costiere.

A soli 40 chilometri a sud di Durban vengono proposte immersioni con lo Squalo Tigre (Galeocerdo cuvier )  
e UMKOMAAS è una delle poche aree al mondo dove è possibile immergersi con questo animale in acqua libera senza l'ausilio della gabbia; il tutto in collaborazione con il Diving Center Blue rush.

E' un predatore pelagico, ed è lo squalo più frequente lungo le coste Sud Africane.
La visibilità è un  requisito indispensabile per la sicurezza quando si affronta questo tipo di immersione.  
Se le condizioni di visibilità non saranno ottimali, Raffaella e Dietmar ci porteranno a fare un'immersione sul reef, e il tigre sara'  per un'altra volta.
E non e'  comunque un ripiego, perche' il reef riserva molte piacevoli sorprese.
Ci fidiamo del loro giudizio, sono qui da anni, sono molto esperti, scendono in acqua per accompagnare i subacquei ma anche, spesso per scattare splendide immagini e girare videoriprese subacquee.

La partenza e'  prevista per la mattina, non troppo presto.
Siamo fortunati, i responsabili del diving ci comunicano che oggi e' la giornata giusta.
Sono molto eccitata, anche se un poco preoccupata, per l'imminente avventura.

Come di consueto ci viene fatto un  approfondito briefing, preciso e dettagliato, sul  comportamento degli squali che si differenzia a seconda della specie, e in particolare ci indica cosa fare e non fare; ci spiegano che con l’esperienza hanno messo a punto una tecnica precisa per le immersioni con i Tigre, riuscendo ad attirarli ed incuriosirli senza mandarli in frenesia.

Nel briefing ci viene raccomandato, per questa immersione:

  • di non indossare pinne gialle o argentate;
  • di stare calmi e non fare movimenti a scatti;
  • di restare in gruppo, posizionati a ventaglio,
    e mantenere un assetto neutro‚mai  di perdere di vista il cestello stando molto  ben attenti a non interferire con la scia odorosa che fuoriesce dal cestello sospeso a mezz’acqua.
  • di non voltare mai le spalle allo squalo, e se si avvicina mantenere il contatto visivo.


Dopo un tragitto di circa 30 minuti giungiamo sul posto, in una vasta area dove viene installata l'esca per attirare gli squali: sardine e scarti di pesce, che vengono inseriti in un cestello metallico  munito di piccoli fori, che consentono la fuoriuscita dell'aroma; il cestello permette, durante tutta l'immersione, di mantenere la presenza degli squali.ed  evita di mandarli  in frenesia.

Il cestello è legato con  una cima di circa 7 mt ad una grande boa, che sara' il punto di riferimento sia per noi in acqua, che ci disporremo a semicerchio trasportati dalla corrente, sia per lo Skipper, che ci seguira'  costantemente con il gommone per  tutta la durata della nostra immersione.

Inizia il lavoro minuzioso e preciso degli esperti del diving.

Trascorre circa mezz'ora (il tempo per la pastura varia dai 30 ai 60 minuti‚ a volte anche di più'). Con una pasturazione attentamente calibrata non ci vuole molto prima che l’acqua cominci a ribollire di sagome nere a pelo d’acqua; sono Blacktip Shark (Carcarinhus limbatus),  sono rapidi, si spostano con  movimenti veloci, dotati di grazia ed eleganza.

Ma l' attesa  e' per il grande squalo tigre.


Attendiamo ancora e arriva il primo esemplare, affiora la sua pinna dorsale.
Ancora una pinna, ora sono due.
Una volta che gli squali sono concentrati sull'esca, ci confermano che è ora di prepararci per l'immersione: e'  giunto il momento.

Ci danno l’ok e, indossata l’attrezzatura ci caliamo in acqua anche noi, accompagnati dai responsabili del diving.
Piano piano in acqua raggiungo il cesto a 7 metri di profondit√ p e l√¨ lo vedo,  sua maesta'  il TIGRE,  imponente e sicuro di se.

Sono momenti in cui si avverte la scarica di adrenalina, ora posso ammirare questi maestosi animali a pochi metri da me, i minuti passano lenti in un silenzio irreale e tutta la mia tensione se ne e’ andata!

Nuotano con andatura lenta e maestosa ma con grazia infinita, e con la consapevolezza di essere i piu' forti, ci sfrecciano a fianco, veloci ma tranquilli, alcune decine di  Blacktip (Carcarinhus limbatus)

Ho un esemplare di squalo tigre davanti a me, si muove con andatura lenta e maestosa , in apparenza rilassato, meraviglioso... sono incantata dalla sua bellezza, quando si avvicina mi toglie il respiro,  ed  emana una sensazione di grande potenza...

Per tutta la durata dell’immersione di circa un’ ora,  non mi sono mai sentita in pericolo,
è stata una forte  emozione, in armonia con la natura e una grande esperienza al di là di ogni immaginazione e che non dimenticherò mai.

Con chi?

Il  diving  BLUE RUSH a cui ci appoggiamo, i cui proprietari sono Raffaella (italiana), e Dietmar un ragazzo austriaco, organizza immersioni in un mare speciale, paradiso  per gli amanti e studiosi di squali.

Blue rush

Dietmar Posch & Raffaella Schlegel
4,Sherborne Place, 4170 Umkomaas, South Africa
Phone: +27 39 9730958 - Mobil: +27 72 6577629 - Mobil:   +27.71.5852952
Fax: +27 39 9730958
email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

NON DIMENTICARE di informare  Raffaella che la contatti attraverso Sublandia, per godere di eventuali promozioni speciali dedicate a Sublandia



NEWSLETTER - iscriviti!

Il libro... DQ

Le avventure subacquee (e non) di Lore, Maurizio, Marco e tanti altri a bordo di una barca per immersioni nel mar rosso sudanese...

 

Sublandia new logo!