Dimensioni testo

Pesci

Pesci ossei e cartilaginei. I pesci ossei (Osteitti) sono i vertebrati pi? antichi, comparsi circa 450 milioni di anni fa. Mante, razze, squali e altri animali sono pesci con lo scheletro cartilagineo, di qui il nome cartilaginei (Condritti).

Cara vecchia cernia, timida e sorniona... di Francesco Turano

Ai tempi del liceo si era soliti imbrattare i banchi disegnandoci sopra le cose più strane.

Cernia, foto di Francesco Turano
Cernia, foto di Francesco Turano

La superficie del banco ben si prestava al contatto con le penne a sfera: scriverci sopra era un vero divertimento.
Ricordo il disegno che avevo fatto
con la penna nera, curato nel dettaglio: ritraeva proprio una cernia, pesce di cui già all'epoca conoscevo a memoria l'aspetto.
A scuola sognavo, appoggiato coi gomiti al banco, tuffandomi con la fantasia in quei magici istanti di mare che potevo concedermi da studente liceale
, fissando la mia cernia disegnata e ritoccandola un po' tutti i giorni.

 

Leggi tutto: Cara vecchia cernia, timida e sorniona... di Francesco Turano

I pesci (superclasse dei Vertebrati)

I pesci appartengono al phylum dei VERTEBRATI, animali a simmetria bilaterale, dotati di una CORDA DORSALE, nell'adulto sostituita da uno scheletro CARTILAGINEO oppure OSSEO. Nel caso dei pesci ossei, lo scheletro è, appunto, composto da ossa, mentre nei pesci cartilaginei (squali, razze) lo scheletro è "molle" e composto di cartilagine.

Il capo è ricoperto da una scatola cranica che protegge il cervello

I pesci sono una superclasse di vertebrati, i pesci ossei appartengono alla classe degli osteitti.
L'altra classe (condritti) include l'ordine squaliformi e quello dei raiformi.
L'altra superclasse (tetrapodi) comprende invece anfibi, rettili, uccelli e mammiferi.

Il corpo è affusolato e dotato di pinne per il nuoto: pinne dorsali, anali, pettorali, ventrali, caudali (coda).
La pelle è rivestita da squame o scaglie a placche (squali, le razze non possiedono scaglie).

Leggi tutto: I pesci (superclasse dei Vertebrati)

Nutrire i pesci in libertà

Le immersioni dedicate a nutrire i pesci, specialmente gli squali, sono diventate un mega-trend del turismo sub degli ultimi anni, ma dietro alle spettacolari "esperienze con gli squali" ed alle imprese che li organizzano sorgono serie preoccupazioni sia per le persone che per gli animali marini coinvolti.

Leggi tutto: Nutrire i pesci in libertà

I pesci ossei

Sarago, Andrea CasaleI pesci ossei sono i vertebrati più antichi, comparsi circa 450 milioni di anni fa.

Il loro scheletro è osseo, formato di ossa, a differenza di quello dei condritti (squali, razze), cartilagineo.

Leggi tutto: I pesci ossei

TONNI "spiati" dal satellite per salvarli dall'estinzione

Un progetto coordinato dall’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima (Isac) del Cnr di Roma ha utilizzato dati ambientali da satellite e dati di pescato per osservare le migrazioni di questa specie a rischio. L’11% delle 600.000 tonnellate annue delle catture avviene nei nostri mari

Quali sono le rotte del tonno rosso?
Quanto sono influenzate dai fattori ambientali?
Del Thunnus Thynnus non si conoscono tutti i parametri comportamentali e per svelarne i segreti si è ora deciso di utilizzare il monitoraggio satellitare: questa specie è infatti tra quelle a maggior rischio di estinzione, sia per l’evoluzione delle tecniche di pesca (dalla tonnara fissa alla tonnara volante, con rete calata in mare aperto da motopeschereccio), sia per la forte richiesta del mercato, che la rende una tra quelle economicamente più importanti del Mediterraneo.

 

Leggi tutto: TONNI "spiati" dal satellite per salvarli dall'estinzione

NEWSLETTER - iscriviti!

Il libro... DQ

Le avventure subacquee (e non) di Lore, Maurizio, Marco e tanti altri a bordo di una barca per immersioni nel mar rosso sudanese...

 

Sublandia new logo!