Dimensioni testo

Pesci

Pesci ossei e cartilaginei. I pesci ossei (Osteitti) sono i vertebrati pi? antichi, comparsi circa 450 milioni di anni fa. Mante, razze, squali e altri animali sono pesci con lo scheletro cartilagineo, di qui il nome cartilaginei (Condritti).

Se mi attacchi...mi gonfio!

Pesce palla - Aarothron nigropunctatusAll'Acquario di Cattolica, una nuova vasca da pochi giorni ospita il più bizzarro esemplare tropicale: il Pesce Palla.
Non solo squali, tartarughe marine e animali esotici ma anche tante novità dai mari tropicali, il primo arrivato è già il protagonista di Acquapolis, il percorso che rappresenta i mari tropicali.
Al Pesce Palla l'Acquario dedica una personale vasca espositiva.
Viene chiamato pesce palla per la particolarità che lo contraddistingue in caso di stress da difesa, incamera aria od acqua nella speciale sacca stivata nell'esofago e si gonfia fino a diventare una formidabile palla, in alcuni esemplari anche coperta di spine aguzze, che scoraggiano qualsiasi predatore in procinto di attaccarlo o ingoiarlo.
In questa tonda condizione l'animale si lascia trascinare dalle correnti e prima che il corpo torni ad essere rilassato e obliquo, occorrono diverse ore.

Leggi tutto: Se mi attacchi...mi gonfio!

Pesci al mercato: conoscere per salvaguardare

Lo squalo porco, senza il suo fascino, adagiato sul bancoA volte alcuni subacquei si fermano su una posizione rigida quando si parla di ambiente, sia riferendosi all'inquinamento che alla pesca. L'essere ambientalisti a volte fa tendenza e si sconfina nell'ipocrisia. Sovente si condannano fermamente molti tipi di pesca o di comportamenti umani a prima vista scorretti nei confronti del mare (come alcuni approcci di pescatori subacquei che non conoscono la biologia dei pesci), senza però sapere quali sono i veri problemi di un luogo che vive di mare o sul mare. Questa breve introduzione per cercare di riflettere sul fatto che il pesce, volente o nolente, è una delle principali fonti di sostentamento dell'essere umano e l'unica via da seguire non è quella di avere dei preconcetti sull'una o sull'altra cosa, ma aprirsi e comprendere che, se da un lato oggi ci sono molti problemi legati alla pesca per una scorretta gestione delle risorse e sono in uso sistemi di prelievo poco selettivi (vedi l'articolo dello stesso autore "Povero mare"), è anche vero che il pesce, al mercato, è sempre protagonista e di conseguenza continua ad essere primo attore sulle tavole degli uomini d'ogni colore. Per quel che mi riguarda, mangio il pesce ma conosco a fondo la sua biologia e rispetto l'ambiente considerandolo casa mia; i pesci sono soggetti delle mie foto, ma in parte rappresentano anche un alimento (mangio il pesce…); nel comprare il pesce o pescarlo, sono però convinto che si debba essere profondamene consapevoli del gesto che si compie nell'acquisto o nel prelievo diretto, per evitare di commettere errori che creano un danno all'umanità intera.

Leggi tutto: Pesci al mercato: conoscere per salvaguardare

Chi riuscirà a trovare il Frog fish?

Il Frog fish - Foto Sara VallaProviamo ad analizzare le caratteristiche peculiari del Frog fish (in italiano, pesce rana), senza dubbio uno fra i più affascinanti pesci che è possibile osservare nella fascia dei mari tropicali.

Dove vive, come è fatto, quali sono il comportamento e le abitudini alimentari di questo antennaride dotato di eccezionali capacità mimetiche e dall'aspetto singolare?

Buffo o inquietante? Orrendo o simpatico? Lasciamo a voi giudicare...

Leggi tutto: Chi riuscirà a trovare il Frog fish?

Lo sapevi che puoi dire se un pesce ha cambiato sesso guardandogli l'orecchio?

Lo sapevi che puoi dire se un pesce ha cambiato sesso semplicemente guardandogli l'orecchio?
Così almeno sanno fare i biologi marini australiani Stefan Walker e Mark McCormick - che hanno da poco segnato una svolta nello studio del comportamento e della produttività delle popolazioni ittiche...

Leggi tutto: Lo sapevi che puoi dire se un pesce ha cambiato sesso guardandogli l'orecchio?

La cernia col pigiama

Francesco Turano - La cernia col pigiamaLa prima specie di cernia che conobbi quando iniziai a frequentare il mare sott'acqua fu la cernia dorata, una cernia longilinea, curiosa, un tempo diffusissima lungo i litorali dell'Italia meridionale ed oggi ancora presente in numero discreto lungo le nostre coste. Me ne innamorai subito. Fu un colpo di fulmine.
La sua curiosità nei confronti dell'uomo immerso mi consentì di conoscere presto e bene le sue abitudini e di starle accanto in diverse occasioni, per lunghi, lunghissimi minuti. Ebbi modo di studiare le sue mosse e i suoi atteggiamenti sin dai tempi in cui vivevo il mare in apnea: la cernia col pigiama, da me così battezzata per via delle striature longitudinali lungo i fianchi presenti negli esemplari giovani che le conferiscono l'aspetto di un pesce con il pigiama a strisce, diventò presto compagna fedele di molte immersioni e una costante in moltissimi ambienti e quinte sommerse del Mediterraneo.

Leggi tutto: La cernia col pigiama

NEWSLETTER - iscriviti!

Il libro... DQ

Le avventure subacquee (e non) di Lore, Maurizio, Marco e tanti altri a bordo di una barca per immersioni nel mar rosso sudanese...

 

Sublandia new logo!