Dimensioni testo

Le balenottere azzurre modulano i toni delle proprie canzoni in modo molto accurato.

Le balenottere azzurre e i loro cantiLe balenottere azzurre sono in grado di sincronizzare i toni dei propri richiami sino ad un livello piuttosto elevato di accuratezza e con un margine di errore minimo da richiamo a richiamo, secondo quando affermato da un nuovo studio sulla popolazione di balenottere azzurre nel Nord Pacifico orientale. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Journal of the Acoustical Society of America.

Gli autori suggeriscono che il tono uniforme utilizzato dalle popolazioni di balenottere azzurre potrebbe consentire agli individui di localizzare potenziali compagni nuotando verso di loro o allontanandosi.

Le balenottere azzurre di una data popolazione sono state osservate allineare il proprio tono ad un valore comune ma non siamo in grado di determinare quanto accuratamente siano in grado di farlo" afferma Roger Bland, professore di fisica alla San Francisco State University.

Scarica il file audio con il "canto" della balenottera azzurra registrato dal Prof. Roger Bland (MP3 format - richiede Quicktime o Real Player) :
http://www.sfsu.edu/~news/prsrelea/fy10/whales.mp3

Bland e i suoi colleghi hanno analizzato registrazioni di 4.378 canti di balenottere azzurre, al largo della costa californiana, e si sono focalizzati sui richiami B delle malese - il lamento lungo e triste che tipicamente forma la seconda metà del canto della balenottera, che è specifico della popolazione di questa zona.
Hanno riscontrato che tutte le balene producono il richiamo B alla stessa tonalità, ad una frequenza di 16.02 Hz, esattamente quattro ottave sotto al richiamo medio C.

"Abbiamo scoperto che le balenottere azzurre sono in gradi di un controllo fine sul tono dei loro canti - sia per quanto riguarda la riproduzione del suono alla stessa tonalità ogni volta sia la sincronizzazione del tono con altri".

Lo studio ha riscontrato una variazione notevolmente bassa di tonalità da un canto all'altro.

Gli autori suggeriscono che potrebbe essere un vantaggio adattivo per le balene nella modulazione di un tono comune.

Precedenti ricerche hanno suggerito che il canto della balenottera azzurra sia prodotto solo dai maschi, e sembra che il richiamo venga emesso quando la balena è in viaggio. "Considerando che le balenottere azzurre possono spostati alla velocità di 5 metri al secondo, è possibile che le femmine possano individuare i maschi ascoltando le variazioni nei toni del maschio", secondo Bland.

Fonte: "Frequency synchronization of blue whale calls near Pioneer Seamount" July 2010 - Journal of the Acoustical Society of America. L'intero articolo può essere letto online al link: http://bayacoustics.sfsu.edu/rtcpier/html/pubtalk/jasa2010/JASMAN1281490_1.pdf
Liberamente tradotto da Sara, Sublandia.

NEWSLETTER - iscriviti!

Il libro... DQ

Le avventure subacquee (e non) di Lore, Maurizio, Marco e tanti altri a bordo di una barca per immersioni nel mar rosso sudanese...

 

Sublandia new logo!