Dimensioni testo

10 modi per proteggere il regno acquatico

Questo decalogo, stilato dalla PADI, viene pubblicizzato dagli istruttori allo scopo di divulgare la cultura del mare e del rispetto dell'ecosistema acquatico, ed indirettamente anche terrestre.

1) Capire e rispettare la vita sommersa.

Attraverso l'adattamento all'ambiente sommerso, la vita acquatica spesso è molto diversa, in apparenza, dalla vita alla quale siamo abituati sulla terra. 

Molte creature possono solo sembrare piante od oggetti inanimati. 
Fare di loro dei "giocattoli" o darli in pasto ad altri animali può lasciare il segno della distruzione che può turbare l'ecosistema locale e privare le altre persone appassionate di questo meraviglioso ed unico mondo acquatico del piacere di osservare o fotografare queste creature.

 


2) Siate consapevoli delle conseguenze che il vostro comportamento può avere sulla vita acquatica.

Come ogni appassionato di vita acquatica capisce immediatamente,le forme di vita che rappresentano per noi un pericolo sono pochissime. 
Difatti, alcune creature sembrano anche amichevoli ed incuriosite dalla nostra presenza. 
E mentre diventiamo sempre più arditi e curiosi, ci sentiremo addirittura obbligati a toccare, maneggiare, dare da mangiare ed anche a farsi trasportare da certe forme di vita acquatica. Ma le nostre azioni possono stressare l'animale, interrompere la nutrizione ed il loro comportamento riproduttivo, introdurre degli alimenti che non sono molto indicati per le specie o anche provocare comportamenti aggressivi in specie normalmente non-aggressive.

 


3) Fate attenzione durante le immersioni in fragili ecosistemi come la barriera corallina.

Anche se in prima analisi possono sembrare rocce o piante, molti organismi acquatici sono in realtà delicate creature che possono venire letteralmente uccise dall'urto di una bombola, di un ginocchio o della macchina fotografica, da un tocco delle pinne e anche di una mano. 

E' anche molto importante sapere che alcuni organismi acquatici, come i coralli, crescono molto lentamente. Rompendo anche solo un piccolo pezzo, avrete distrutto decenni di vita. Facendo attenzione potrete evitare di lasciare cicatrici a queste magnifiche zone sommerse.

 


4) Verificate le vostre abilità di snorkeling in un ambiente poco delicato, prima di affrontare una barriera corallina.

Le barriere coralline sono ecosistemi estremamente delicati,che possono essere danneggiati anche solo da un minimo contatto. 

Oltre al fatto che è sufficiente sfiorare le affilatissime estremità dei coralli, per rimanere feriti. 
Poiché i coralli raggiungono spesso la superficie, in acqua è importante sapersi muovere adeguatamente con maschera e pinne, per evitare di toccare, anche casualmente, questi fragili organismi. 
Esercitatevi perciò in una laguna di sabbia, dove non potete procurare alcun danno. Informatevi presso il Vostro Dive Center PADI o dal vostro Istruttore PADI sul corretto comportamento che dovete adottare facendo snorkeling. In questo modo vi sentirete anche più sicuri e potrete ammirare il meraviglioso mondo acquatico senza problemi.

 


5) Controllate il vostro assetto e se la vostra attrezzatura è ben fissata quando vi immergete.

La maggior parte dei danni all'ambiente viene fatto senza nemmeno accorgersene. Legate il vostro manometro e la vostra fonte d'aria alternativa per fare in modo che non siano trascinati sul reef o sul fondale. 
Controllando il vostro assetto e facendo attenzione a non sfiorare con il vostro corpo, attrezzatura o videocamera,il corallo o altre zone delicate di questo ambiente avrete fatto la vostra parte nella prevenzione di danni alla vita acquatica.

 


6) Come appassionati di vita acquatica siate da esempio per gli altri non solo in immersione, ma anche in superficie.

Come appassionati consapevoli del mondo acquatico, avete capito che quando qualcuno getta una busta di plastica o altri rifiuti in acqua, non è fuori dalla vista, fuori dal pensiero. Constatate i risultati di questo tipo di negligenza. Siate di buon esempio, agendo correttamente con l'ambiente, e gli altri subacquei e tutti seguiranno il Vostro esempio.

 


7) Resistete al bisogno incontrollato di collezionare ricordi.

I punti d'immersione molto frequentati possono essere svuotati dalle loro risorse in poco tempo. Collezionare campioni, coralli e conchiglie in queste zone può spogliarle del loro fascino e bellezza. Se volete tornare dalle vostre immersioni con trofei da mostrare agli amici e famigliari, potete prendere in considerazione la fotografia subacquea.

 


8) Non comperate alcun souvenir derivante da fauna o flora marina.

Impedite a Voi stessi e ad altri di acquistare conchiglie,denti di squali, oggetti in tartaruga, coralli o pesci imbalsamati di qualsiasi tipo. Anche se gli oggetti in questione non possono più tornare in vita, il Vostro acquisto sarà per il mercato una domanda ulteriore, e la tremenda uccisione di queste creature non avrà mai fine.

 


9) Coinvolgetevi in attività locali e problemi da risolvere per l'ambiente.

Potreste sentirvi impotenti se dovete salvare il mondo, ma potete fare molto per l'angolo del pianeta nel quale volete praticare le Vostre attività acquatiche. Ci sono tante occasioni per dimostrare il vostro supporto per un ambiente acquatico pulito, tra queste la pulizia delle spiagge locali ed essere presente ai colloqui pubblici su problemi che coinvolgono le zone costiere e le riserve di acque. Informatevi dell'esito delle legislazioni sull'ambiente acquatico e fate sapere le vostre opinioni quando andrete alle urne.

 


10) Riportate a casa i vostri rifiuti.

Purtroppo le destinazioni di vacanza più belle ed intatte, sono spesso proprio quelle meno preparate ed attrezzate per far fronte alla sempre maggiore affluenza turistica ed ai relativi problemi dei rifiuti. La maggior parte di essi viene infatti scaricata semplicemente in mare. E' perciò molto importante riportare a casa propria tutti i rifiuti non biodegradabili come tubetti di cosmetici, bottiglie di plastica, batterie ecc.. In questo modo si porterà un importante contributo alla sopravvivenza della fauna e della flora acquatica.

Statistiche web

NEWSLETTER - iscriviti!

Il libro... DQ

Le avventure subacquee (e non) di Lore, Maurizio, Marco e tanti altri a bordo di una barca per immersioni nel mar rosso sudanese...

 

Sublandia new logo!