Dimensioni testo

Campagna "Raccolta Piombi" in Calabria


Campagna raccolta piombi A Cannitello di Villa San Giovanni,
piccolo borgo di pescatori che si affaccia sullo Stretto di Messina, proprio nel punto in cui le due sponde sembrano toccarsi,
un diving locale, il "Sub Sea Explorer",
ha avviato tempo fa, in un'ottica di promozione della cultura del mare e del rispetto dell’ambiente marino,
la campagna "Raccolta Piombi":
l'iniziativa consiste nella raccolta dei piombi da pesca
che spesso
, soprattutto nelle zone con fondali rocciosi, restano incagliati sul fondo trattenendo spesso la palatura e parecchi metri di lenza.

 


La lenza si aggroviglia attorno ad organismi ramificati, come il finto corallo ed altre specie, soffocandole, oppure si distribuisce sulla scogliera sommersa creando delle vere e proprie ragnatele.

Tutti gli escursionisti subacquei del centro, in grado di poter effettuare questa operazione senza rischi, sono invitati al recupero dei piombi durante le immersioni.
Ecco, a questo scopo, alcune semplici regole da seguire: utilizzare sempre i guanti, fare molta attenzione alla presenza di ami spesso arrugginiti, portare con sè un retino, il coltello, che comunque non deve mai mancare nell'attrezzatura di ogni subacqueo e delle bacchette di legno o di plastica utili per avvolgere le lenze.


Una volta raccolto un quantitativo consistente, il piombo verrà  fuso per ottenere piombi per cinture da sub che verranno distribuiti tra i partecipanti della campagna, come ricordo di una attività svolta per la tutela ed il rispetto dell'ambiente.

Fino ad oggi sono stati recuperati dal diving SubSeaExplorer di Cannitello circa quattro chili di piombi e decine di metri di lenza.

 

 
 

NEWSLETTER - iscriviti!

Il libro... DQ

Le avventure subacquee (e non) di Lore, Maurizio, Marco e tanti altri a bordo di una barca per immersioni nel mar rosso sudanese...

 

Sublandia new logo!